Una Corretta Alimentazione Si Comincia Da Piccoli

di Tommaso Baldi

Educare ad una corretta alimentazione è il miglior investimento per la salute degli adulti di domani

Recenti studi hanno evidenziato un aumento del numero di bambini in sovrappeso, o con genitori obesi.

Tale condizione li espone a un rischio maggiore di obesità, non solo per fattori genetici, ma per aver appreso stili di vita errati, soprattutto legati all’alimentazione.

Il problema del sovrappeso evidenzia bambini che in famiglia, e fuori, consumano cibi sbagliati, soprattutto cibo energetico, a discapito di alimenti ricchi di fibra e vitamine, necessari per la crescita e per un corretto metabolismo digestivo.

La responsabilità è da ricercare nelle abitudini poco sane che molti bambini apprendono, in relazione ai loro stili di vita: il consumo eccessivo di bevande zuccherate, di cibi troppo calorici, l’assenza o inadeguatezza della prima colazione, la sedentarietà ed errati modelli di comportamento.

Urge, quindi un corretto programma di educazione alimentare che accompagni i bambini e i genitori in un percorso salutare.

  1. Regole sul cibo. Fin dalla più tenera età, stabilite poche e semplici regole in casa, che abbiano a che fare con cibo e alimentazione. Che tutti i componenti della famiglia s’impegneranno a rispettare.
  2. La spesa insieme. Portate i bambini con voi a fare la spesa e coinvolgeteli nella scelta dei prodotti, che poi arriveranno in tavola.
  3. La scelta dei cibi. Evitate di comprare cibi eccessivamente calorici, o di cui i bambini non dovrebbero abusare.
  4. Il rito della preparazione. Coinvolgeteli attivamente nella preparazione delle pietanze. E’ il modo migliore per introdurli a ciò che mangeranno. Insegnate loro a pulire la verdura e la frutta più semplice, tagliarla per preparare l’insalata o la macedonia. O a preparare il contorno che, poi, sarà cucinato. Oppure, a sgusciare le uova sode, ad esempio.
  5. Abitudini sane. Introducete sistematicamente frutta e verdura, fin da piccoli, per abituarli al consumo e al gusto.
  6. L’orto dei piccoli. Se possibile, fate in modo che siano loro i diretti responsabili di un piccolo orto domestico, per comprendere l’origine di ciò che mangeranno.
  7. Apparecchiare. Fateli partecipare alla preparazione della tavola: apparecchiatura, riordino e pulizia.
  8. Menù divertente. Quando possibile, organizzate un menù vario e colorato, per rendere più appetibile e divertente il momento del pasto.
  9. Gratificazione. Mettete in tavola tutto ciò che si è preparato insieme, facendo semplici complimenti e invitate il bambino a servirsi da solo.
  10. Dosi non eccessive. Cercate di non riempire il piatto con dosi eccessive di pietanza.
  11. Autonomia d’assaggio. Non costringete i bambini ad assaggiare tutto. Aspettate che il bambino provi da solo un nuovo cibo.”Assaggia…… fallo per me!”, usata spesso, è il tipo di pressione psicologica che è meglio evitare perchè induce il senso di colpa e crea inadeguatezza.
  12. Perseveranza. Non arrendetevi troppo presto al rifiuto di un certo tipo di cibo. Vale la pena provare a riproporre i cibi che i bambini non amano, magari in vesti diverse. Non rinunciando mai, all’idea che devono mangiare tutti i cibi.
  13. No alla differenziazione. Impegnatevi a non preparare piatti diversi per adulti e bambini in maniera plateale. Crea dubbi e cattive abitudini.
  14. Merendine. Non nascondete le merendine, o i dolcetti, se sono in casa, ma stabilite le regole del loro consumo. Nasconderli, o vietarli, stimolerebbe nel bambino, il senso del proibito e, appena fuori casa, cercherebbero di mangiarli o comprarli.
  15. Dessert finale. Non è necessario terminare il pasto con il dessert che, invece, possono essere destinati a momenti molto speciali.

Aggiungo una cosa chiara e semplice. Insegnare a mangiare bene è parte dell’educazione e l’educazione sempre parte dall’esempio. Non sarà facile, per me non lo è… ma….. cari genitori…. che la Forza sia con voi!!

Leggete i nostri articoli sulla nutrizione per saperne di più!

Ciao da Tommaso!

Metti il tuo Mi Piace!

Salva

Salva

0 commento

Lascia un Commento

Ti potrebbero interessare anche...

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accept Read More

RENDITI CONSAPEVOLE.
ENTRA NELLA NOSTRA LISTA...

ISCRIVITI per ricevere nella tua email i nostri articoli, i nostri contenuti speciali e tutte le novità del mondo di CiRifletto.

Grazie per esserti iscritto!