Notre Dame E La Triste Scelta Di Trascurare I Valori

di Tommaso Baldi

Vedere Notre Dame che brucia colpisce tutti nel profondo ma solleva in noi un vero attaccamento verso valori che nella società vengono trascurati.

Abbiamo perso un capolavoro dell’architettura gotica, un patrimonio dell’umanità, un patrimonio della coscienza di tutti. Un’istituzione culturale che ho celebrato migliaia di volte e che avrei voluto mostrare anche ai miei figli. Perduti anche centinaia di capolavori d’arte, conservati al suo interno. Chi pagherà? Chi ce li renderà?

Anche se Nostra Signora di Parigi subirà un processo ricostruttivo, c’erano cose uniche che nessuno potrà rifare.

Notre Dame era un corpo debole, fiaccato dalla storia e dagli anni, poi ancora indebolito, e adesso compromesso per la gran parte.

Lo Stato francese in parata a difendere il loro simbolo, a manifestare il cordoglio per un fatto gravissimo. Ma la verità è che mancavano 150 milioni di euro per restaurarla come si deve, che non sono mai stati destinati, tra le polemiche di studiosi, esperti e amanti.

Notre Dame brucia

Perciò, oltre ad essere un racconto contemporaneo di tristezza e dolore, questa è anche una vergognosa storia di trascuratezza, di noncuranza. Un’ennesima dimostrazione della nostra incapacità, come razza umana, di capire quello che è veramente importante, quello che davvero ci unisce in un vero senso di appartenenza, in un senso di identità globale.

Un’ennesima conferma di come l’uomo moderno riesca non solo a costruire edifici, e futuri, poco solidi e sicuri, ma anche a distruggere patrimoni che si ergono maestosi da quasi mille anni.

Notre Dame non è solo un monumento cattolico, un simbolo solo religioso. E’ un simbolo della parte buona della nostra coscienza. E’ un simbolo della bellezza, del bello che ancora rimaneva nella nostra vita. Un simbolo della nostra vita civile.

Notre Dame

Concluderei dicendo che… si parla tanto di Europa… ci chiediamo se questa Europa ci sia, o magari, se sia mai esistita.
La dimostrazione è proprio la terribile angoscia collettiva che, in piazza, o davanti alle tv, in un assordante silenzio, ha testimoniato un forte attaccamento ad un simbolo di arte, cultura e bellezza.

Quell’Europa che tutti cercano, quell’Europa fatta di persone, di valori, di appartenenze, non di leggi, di partiti, di bandiere o di principi economici.
Quell’Europa lì, che scompare e riappare nella sua anima ectoplasmatica, si manifesta, però, prorompente, chiara e concreta quando deve difendere e sostenere l’Arte, la Cultura e la Bellezza. Valori che sono, e saranno sempre, di tutti, in tutti gli ambiti, da qui all’eternità.

RICORDIAMOCELO.

Un saluto da Tommaso!

Vieni a visitarci sulla nostra pagina Facebook e Metti il tuo MiPiace!

0 commento

Lascia un Commento

Ti potrebbero interessare anche...

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accept Read More

RENDITI CONSAPEVOLE.ENTRA NELLA NOSTRA LISTA...

RENDITI CONSAPEVOLE.
ENTRA NELLA NOSTRA LISTA...

ISCRIVITI per ricevere nella tua email i nostri articoli, i nostri contenuti speciali e tutte le novità del mondo di CiRifletto.

Grazie per esserti iscritto!