mettersi a servizio

Mettersi A Servizio, Una Vita Da Mediano

di Manuela Ambrosini

Non siamo il numero 10 che inventa le giocate e nemmeno il goleador. Non stiamo in primo piano ma esaltiamo il mettersi a servizio.

Il mondo che ci apprestiamo a vivere è ricco di opportunità.

Molti di noi ancora non se ne sono potuti accorgere. Gli stessi che urlavano al disagio, alla mancanza, alla limitazione, quando imperversava la cattiva sorte. E che oggi ‘forse’ si sono trasformati e hanno compreso come la qualità di quello che portiamo nel mondo sia un’esperienza che, prima di tutto ha un riverbero su noi stessi. Tanto vale, allora, vederci in uno specchio che riflette bellezza, grazia, riconoscenza e amore.

Che ne pensi? Si, tu lettore, dico a te… che ne pensi? Ti va di fermarti un attimo a scrivere la tua, qui sotto, in fondo nei commenti, magari ci incontriamo tra una riga e l’altra delle nostre reciproche riflessioni.

‘La danza della vita’, olio su tela, 105×140 cm, Salvatore Sardisco

Per quello che ho potuto notare finora, nell’esperienza di guida di percorsi di crescita personale, come negli incontri di counseling, coloro che occupano le file del dramma esistenziale di solito desiderano cambiare, desiderano essere felici, nonostante il loro atteggiamento verso la vita sia quello del vittimismo, della rassegnazione, del soccombere.

Probabilmente molti di noi, come me, vanno cercando una qualità esistenziale soddisfacente. Così possiamo incorrere, nel corso di questa ricerca, in qualche scivolone. La cosiddetta buccia di banana che interrompe il quieto vivere. Ebbene, di fronte a questa ‘spiacevole normalità‘, che tutti viviamo, ci sono diversi atteggiamenti da far conseguire.

Possiamo prendercela con chi ha lasciato lì la buccia. E imprecare, alimentando il ‘corso del fiume rabbia’, con l’intenzione di scaricare tensioni. Tuttavia, quest’ultime, invece che dissolversi, se vengono direzionate contro qualcuno, non fanno che accrescere questo corso che è patrimonio comune dell’umanità. Diversamente possiamo lamentarci. E piangere su noi stessi per dare il via alla sequela del ‘corso del fiume povero me’. Oppure possiamo entrare nelle acque de ‘la vita da mediano’ dove, come dice Ligabue, non c’è ‘lo spunto della punta né del 10, che peccato‘.

‘Il calciatore’ di Renato Guttuso (part.)

Quindi, se ci manca l’aggressività che occorre per segnare il goal della vittoria e anche la fantasia del numero 10, che inventa il gioco, sembrerebbe che non ci sia scampo, in questo stile da mediano. E, invece, a ben guardare, scopriamo che ‘in media stat virtus’.

Ma cos’è questa virtù che sta nel mezzo?

Di nuovo ci viene in soccorso Ligabue che canta ‘finchè ce n’hai stai lì’, richiamando gli eco di una generosità che allude all’essere nel mondo come ‘canali‘ di una luce che non è protagonista. E non si bea delle glorie riservate a chi fa goal, o arriva a meta, e nemmeno di quelle di colui che pensa la trovata per risolvere la partita. Ma si avvale della costanza del mettersi a ‘servizio’.

Gli angeli dei nostri tempi sono tutti coloro che si interessano agli altri prima di interessarsi a se stessi.

Wim Wenders

Allora ‘servizio’ assurge a qualità dell’Anima. Anima capace di mettersi da parte, non risultare come protagonista. E che semplicemente sottoscrive quanto il Creatore stesso manifesta nel gioco prediletto della vita, attraverso di te, attraverso di me, attraverso chiunque si faccia portatore sano di amore e pace.

A questo punto vivere una ‘vita da mediano’ acquista un senso nuovo. E accresce la bellezza di tutti gli altri ruoli in squadra. E diventiamo Uno con la poesia della vita, lasciando da parte la prosopopea.

A questo punto diventiamo coloro che, quando scivolano sull’anzidetta buccia di banana, ne approfittano per imparare qualcosa. Fanno tesoro di quella caduta e la custodiscono come un prezioso insegnamento che qualcuno ha lasciato lì. In modo che noi potessimo fermare il ritmo incalzante della corsa e riflettere sul significato del nostro essere lì. Con le terga a terra e il cuore innalzato alla ricerca dell’atteggiamento migliore per trarre l’insegnamento più giusto.

Allora questa vita da mediano diventa l’occasione di assaporare, nel momento della caduta, tra il dolore della botta e il risentimento della sconfitta, il gusto di qualcosa che ci tornerà utile. Gustiamo la meraviglia di aver appreso ancora qualcosa di nuovo, in quell’attimo in cui ci siamo sentiti mancare l’appoggio della stabilità dei piedi a terra.

Ancora, in questa vita da mediano, rinuncio a stare in primo piano. Ad arrivare primo. A beneficio del mettersi a servizio, del privilegio di osservare ed integrare in me l’oro della comprensione che si produce dalla meravigliosa alchimia di un ‘salto nel buio’ che genera ‘Luce’.

mettersi a servizio, umiltà

E non sto inventando niente quando dico che, con questa modalità di stare al mondo, da mediano, appunto, il sentiero che conduce alla comprensione ci fa diventare quel lumicino nelle mani dell’eremita che viaggia alla ricerca del senso della vita. Perché tutti noi lo abbiamo sperimentato a volte, espresso altre. Ognuno a modo nostro, nel corso dell’esistenza, ha appreso che eccedere non sempre è una cosa buona e nemmeno rimanere a fantasticare senza fine.

A volte il contatto con la terra produce il miracolo di renderci abbastanza umili da riconoscere che siamo qui per imparare e c’è un ingrediente segreto a cui tutti riconosciamo valore: l’umiltà. L’umiltà del mettersi a servizio.

LEGGI ANCHE…
27 Sfide Quotidiane Per Migliorare La Tua Forza Mentale

Il mediano è umile e per questo insegna a tutti noi. In uno stile che è comodo e utile, ci stimola a cooperare quando occorre, a farsi da parte quando necessita, a diventare la base affinchè qualcun altro con ‘i piedi migliori‘ possa segnare il goal decisivo. Senza per questo percepirsi come inutile, ma solamente un fratello, una sorella generoso/a.

Ciao da Manuela!

Renditi Consapevole… Entra Nella Nostra Lista!

Vieni a visitarci sulla nostra pagina Facebook e Metti il tuo MiPiace!

Condividi il nostro articolo sui tuoi social >>

0 commento

Lascia un Commento

Ti potrebbero interessare anche...

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accept Read More

RENDITI CONSAPEVOLE.ENTRA NELLA NOSTRA LISTA...

RENDITI CONSAPEVOLE.
ENTRA NELLA NOSTRA LISTA...

ISCRIVITI per ricevere nella tua email i nostri articoli, i nostri contenuti speciali e tutte le novità del mondo di CiRifletto.

Grazie per esserti iscritto!