kefir

5 Domande Sul Kefir, Alimento Antico Per Benefici Moderni

di Tommaso Baldi

Conosciamo il Kefir, un alimento antico, raccomandato per il benessere di oggi, che presenta numerosi benefici ma anche alcune controindicazioni.

Il kefir è un alimento ricco di proprietà e benefici, che possiamo utilizzare in moltissime preparazioni e ricette, in grado di fornirci tanti preziosi nutrienti utili per la salute. Vitamine, sali minerali e probiotici che aiutano il nostro sistema immunitario. O l’acido folico, elemento prezioso in gravidanza.

Questo particolare alimento, del tutto naturale, però, ha anche qualche controindicazione, ad esempio potrebbe causare stitichezza o crampi. Ma cerchiamo di conoscerlo meglio.

kefir

Cos’è?

Il Kefir è un latte fermentato, dalla consistenza cremosa, simile allo yogurt. Una bevanda ricca di fermenti lattici o probiotici e dal gusto fresco, leggermente acido ma piacevole. Si ottiene dal latte fresco (di pecora, capra o vacca), a cui vengono aggiunti i fermenti, o granuli, di kefir. Questi ultimi sono formati da un polisaccaride chiamato kefiran che ospita colonie di batteri e lieviti.

Il kefir tradizionale è quello a base di latte. Ma oggi esistono anche varianti preparate con altri liquidi con contenuto di zuccheri, come il latte di soia, il latte di riso o l’acqua zuccherata.

Da dove viene?

kefir

E’ un alimento molto antico, consumato da secoli nella tradizione caucasica e considerato la bevanda dei centenari.

Il nome stesso è indicativo sui preziosi vantaggi che apporta al nostro organismo. Keif, termine armeno dal quale deriverebbe, significa, infatti, benessere, anche se la parola “kefir” potrebbe derivare anche dal turco keyif, che significa, invece, delizia.

La leggenda narra che fu Maometto a donare i primi grani ai pastori delle montagne del Caucaso. Per questo il kefir è chiamato ‘miglio del profeta‘.

Cosa contiene?

Il kefir contiene probiotici e vitamina K. Ma anche minerali come calcio, magnesio, potassio e fosforo, vitamine del gruppo B, tra le quali vitamina B9 e acido folico.

Ha poco lattosio e pochissime calorie, da un minimo di 30 a un massimo di 110, a seconda del tipo di latte usato. Inoltre il kefir contiene triptofano, detto amminoacido del benessere, perchè stimola la produzione di serotonina che induce un effetto rilassante sul cervello. E, in generale, risulta calmante per chi soffre di iperattività, ansia ed insonnia.

LEGGI ANCHE…
10 Cose Che Non Sapete Sul Pistacchio

Perchè consumarlo?

Un consumo regolare aiuta a riequilibrare la flora intestinale, favorisce un migliore funzionamento dell’intestino e dell’apparato digerente. Inoltre contribuisce a rinforzare le difese immunitarie, in quanto stimola la produzione di anticorpi. Infine è utile ad eliminare il colesterolo cattivo nel sangue.

Il kefir, inoltre, tiene a bada la nostra fame, inducendo un senso di sazietà che ci impedisce quei pericolosissimi fuori pasto che possono attentare alla nostra linea.

Si è poi riusciti a dimostrare che il kefir può aiutare a combattere le risposte infiammatorie del nostro organismo che causano reazioni allergiche nei confronti di sostanze in realtà innocue. Potrebbe essere un toccasana per contrastare i sintomi di allergia e asma.

granuli di kefir

E’ particolarmente indicato per chi ha bisogno di energia, ad esempio dopo un trattamento di antibiotici, oppure per le donne in gravidanza, per il suo contenuto di acido folico, fondamentale per lo sviluppo del feto.

Grazie ai probiotici contenuti all’interno del kefir, questo alimento può aiutare chi soffre di celiachia a riequilibrare la flora intestinale, attenuando così la risposta immunitaria dell’organismo nei confronti del glutine. Si tratta dei risultati di alcune ricerche scientifiche che possono essere utili a migliorare il modo con cui i celiaci affrontano la malattia.

A cosa stare attenti?

E’ un alimento digeribile e leggero, tuttavia è opportuno fare attenzione alle intolleranze ai lieviti e alle proteine del latte. Proprio perchè la caseina, seppure predigerita, è presente nel kefir di latte.

Pertanto devono stare attente le persone che non tollerano i probiotici, come chi è intollerante ai lieviti o alla caseina, chi ha problemi all’apparato digerente e intestinale o chi ha un sistema immunitario indebolito.

Inizialmente il kefir potrebbe causare gonfiore, o qualche fastidio intestinale, per questo è opportuno inserirlo nella propria alimentazione gradualmente.

La ricetta casalinga del kefir

Il kefir può essere tranquillamente preparato in casa. La ricetta del kefir di latte richiede solo mezzo litro di latte vaccino (intero, scremato o parzialmente scremato) e 50 grammi di granuli di kefir di latte. Una volta che vi siete procurati questi ingredienti, riponete i granuli in un contenitore di vetro in cui verserete anche il latte.

Coprite il barattolo e riponetelo in un luogo a temperatura ambiente, dove dovrà rimanere per 24 ore, il tempo necessario per la fermentazione dei granuli. Durante questo tempo si consiglia di mescolare almeno un paio di volte.

Trascorso questo lasso di tempo (prolungabile fino a 48 ore), mescolate in modo da amalgamare il latte con il suo siero e filtrate il kefir con un colino senza schiacciare eccessivamente i granuli. Se si preferisce una versione dal sapore meno acido, è necessario separare il siero dal latte.

Prima del consumo si consiglia di lasciarlo raffreddare due o tre ore in frigorifero. Il kefir, così pronto, si conserva in frigo per una settimana al massimo. Il kefir può essere consumato puro, oppure aggiungendo miele, caffè, cioccolato liquido o in scaglie, frutta e cereali.

Ciao da Tommaso!

Renditi Consapevole… Entra Nella Nostra Lista!

Vieni a visitarci sulla nostra pagina Facebook e Metti il tuo MiPiace!

Condividi il nostro articolo sui tuoi social >>

0 commento

Lascia un Commento

Ti potrebbero interessare anche...

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accept Read More

RENDITI CONSAPEVOLE.ENTRA NELLA NOSTRA LISTA...

RENDITI CONSAPEVOLE.
ENTRA NELLA NOSTRA LISTA...

ISCRIVITI per ricevere nella tua email i nostri articoli, i nostri contenuti speciali e tutte le novità del mondo di CiRifletto.

Grazie per esserti iscritto!