generosità

Generosità: La 9° Parola Nel Dicembre Della Gentilezza

di Renato Palma

Generosità è la nona parola di questo Dicembre della gentilezza. La generosità è un dare che, prima o poi, sicuramente ritorna.

Una delle trappole che spesso siamo impegnati a evitare nelle relazioni, da quelle più vicine e importanti, a quelle che la quotidianità rende inevitabili, è rappresentata dalle nostre aspettative.

Questo succede quando desideriamo che qualcosa avvenga. Oppure perché lo riteniamo un nostro diritto (la gentilezza del commesso, del funzionario o del medico, per fare alcuni esempi). Oppure perché abbiamo stabilito un accordo, sia sul piano lavorativo che su quello personale o affettivo, da cui ci aspettiamo derivi un risultato desiderato.

La generosità è un dono che appartiene all’anima. Non dipende da ciò che hai, ma da ciò che sei.

Teresa D’Auria

La delusione che ci coglie può essere cattiva consigliera. E quindi spingerci su posizioni che consideriamo poco gentili, come il rimprovero, l’accusa, la rabbia

O il silenzio che precede un raffreddamento della relazione. E anche il desiderio di punire.

È come se la delusione ci spingesse a rimettere in discussione la nostra identità gentile.

Magari troviamo buoni argomenti e anche giustificazioni per affermare che, in quella situazione, non potevamo fare diversamente. Perché ci sono casi in cui la scelta del nostro comportamento non dipende dalle nostre convinzioni profonde, ma dal comportamento scortese dell’altro.

In quel momento stiamo assumendo atteggiamenti che non ci piacciono, e che ritenevamo non ci appartenessero, delegando la colpa della nostra scortesia a quella persona che, con il suo comportamento, ci ha delusi.

Siamo diventati semplicemente lo specchio dell’altro.

Invece essere gentili, non rinunciare a essere gentili, dipende dall’impegno che abbiamo preso quando abbiamo capito che non sempre possiamo scegliere quello che ci accade.

Ma vogliamo e possiamo sempre scegliere come affrontarlo. Gentilmente.

generosità
  • Alleno la mia generosità ogni volta che accolgo quanto sei e quanto fai, senza far prevalere la delusione se, quanto sei o quanto fai, non sta soddisfacendo le mie aspettative.
  • Apprezzo la tua generosità che colgo quando mi sorridi mentre mi scuso per non aver adempiuto a quanto mi avevi chiesto di fare
  • Mi sento generoso con me stesso quando non mi arrabbio perché i miei comportamenti non hanno testimoniato le mie intenzioni.
  • Riconosco la tua generosità quando mi aiuti nelle cose che dovevo fare e per qualche motivo non ho fatto.

ti voglio bene

Una gentilezza infinita di Christie Watson

ti voglio bene

Addestra il tuo drago ad essere gentile di Steve Herman

Il favoloso mondo di Amélie (2001) di Jean-Pierre Jeunet

Apriti cuore di Lucio Dalla


         

Ciao da Renato!

Renditi Consapevole… Entra Nella Nostra Lista!

Vieni a visitarci sulla nostra pagina Facebook e Metti il tuo MiPiace!

Condividi il nostro articolo sui tuoi social >>

0 commento

Lascia un Commento

Ti potrebbero interessare anche...

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accept Read More

RENDITI CONSAPEVOLE.ENTRA NELLA NOSTRA LISTA...

RENDITI CONSAPEVOLE.
ENTRA NELLA NOSTRA LISTA...

ISCRIVITI per ricevere nella tua email i nostri articoli, i nostri contenuti speciali e tutte le novità del mondo di CiRifletto.

Grazie per esserti iscritto!