frutti di bosco

Frutti Di Bosco: 5 Eccezionali Concentrati Di Salute

di Tommaso Baldi

Un concentrato di benessere si nasconde nei frutti di bosco. More, lamponi, fragoline, ribes e mirtilli sono veri protagonisti della salute.

Non appartengono a nessun gruppo botanico ma crescono tutti nello stesso ambiente, la macchia boschiva. Un tempo goloso premio di salutari passeggiate, oggi anche oggetto di coltivazione, i frutti di bosco sono piccoli ma tutti belli, gustosi e ricchi di proprietà salutari.

Si possono suddividere genericamente in rossi e neri.

IL LAMPONE

frutti di bosco

Tra i rossi, c’è il lampone. Detto anche fragola pelosa o mora di montagna. Cresce in arbusti alti perfino due metri. E soprattutto in montagna, fino a 1500 metri. Dal sapore dolce-acidulo, è raccolto a fine estate o inizio autunno, a piena maturazione, cioè quando il colore è brillante e la consistenza elastica e soda.

Il lampone contiene livelli alti di fibre e di polifenoli. La combinazione funziona alla grande per proteggere la salute del nostro corpo. Hanno un’azione anticancro e anti infiammatoria e apportano al nostro organismo vitamina C e manganese. Studi recenti hanno mostrato che consumare lamponi diminuisce il rischio di obesità. Questo perché contengono alcuni enzimi capaci di assorbire i grassi dei cibi.

UNA CURIOSITA’. I lamponi hanno anche proprietà antispasmodiche, che li rendono particolarmente indicati in caso di dolori mestruali.

IL RIBES

frutti di bosco, ribes

Poi, il ribes che si distingue in 3 varietà principali, rossa, nera e bianca (detta uva spina). I frutti sono piccole bacche dal sapore acidulo unite in grappoli.

Il ribes contiene vitamina C e acido folico. Due sostanze fondamentali per il corretto funzionamento del nostro organismo. Utili per prevenire l’anemia. Il ribes rosso è inoltre ricco di vitamina A e di vitamina E, che contribuiscono a proteggere la nostra pelle dall’invecchiamento. L’assunzione del ribes rosso nell’alimentazione è considerata utile per prevenire la trombosi venosa profonda, una malattia potenzialmente mortale.

UNA CURIOSITA’. Contengono, infatti, la cumarina, una sostanza anticoagulante utilizzata nel settore farmaceutico per la produzione di farmaci, che servono a mantenere il sangue fluido.

LA FRAGOLINA DI BOSCO

frutti di bosco, fragolina di bosco

Le fragoline di bosco, più profumate e delicate delle cugine coltivate, sono dolci e facili da trovare.

Grazie alla presenza di magnesio (una sostanza drenante), svolgono un’azione diuretica e depurativa per l’organismo e quindi aiutano anche a ridurre la ritenzione idrica. Il contenuto significativo di vitamina C, invece, rende questo frutto molto utile per rafforzare il sistema immunitario. Le fragoline di bosco, come tutte le fragole in generale, contengono molte sostanze antiossidanti e per questo aiutano a mantenere la pelle giovane e a rallentare i processi di invecchiamento. Inoltre sono anche molto rinfrescanti ed energizzanti.

UNA CURIOSITA’. Linneo, fondatore della moderna botanica la definì “Il Bene di Dio” come inconfondibile rimedio contro mille malanni.

LA MORA

frutti di bosco, more

Trai frutti di bosco neri, ecco le more. Dolci e carnose, prodotte da giugno a settembre, sia da rovi selvatici che coltivati.

Come tutti i frutti di bosco, le more contengono antiossidanti e hanno proprietà depurative. Aiutano a prevenire i disturbi cardiovascolari grazie al fatto che mantengono pulite le arterie. Sono efficaci anche contro i tumori. Secondo una ricerca della Ohio State University, prevengono soprattutto il cancro che si forma nella bocca. E hanno la capacità di rallentare la crescita di cellule tumorali nel colon.

UNA CURIOSITA’. Sono indicatissime in gravidanza perché contengono acido folico, indispensabile per la crescita del feto.

IL MIRTILLO

frutti di bosco, mirtillo

Dei mirtilli, invece, si conoscono 130 specie diverse. Ma le più diffuse sono 7. I tipi selvatici, in Italia, sono piccoli, mentre la varietà più coltivata e apprezzata è il gigante blu, di origine americana. Esiste anche il mirtillo rosso, di gusto acidulo, che contiene fosforo, mirtillina, calcio, manganese. Quelli rossi hanno proprietà rinfrescanti, astringenti, toniche, e diuretiche. Sono utili soprattutto per i problemi legati ai capillari e per le malattie delle vie urinarie, dal momento che riescono a ridurre il livello di calcio nell’urina.

Il profumo dei frutti di bosco è una poesia difficile da ripetere, coinvolge tutti i sensi per breve tempo e poi svanisce.
E’ una dolce fragranza, leggera ed vaga come spesso sono le cose belle.

Anonimo

I mirtilli neri, invece, sono ricchi di antiossidanti e contengono un livello molto alto di antocianidina. Questo pigmento impedisce l’angiogenesi, cioè la formazione nelle cellule tumorali di vasi capillari che fanno sì che il tumore si espanda. I mirtilli, dunque, svolgono un’azione fondamentale nel prevenire i rischi di cancro.

Queste eccezionali bacche blu, infatti, hanno il grande “potere” di bloccare le malattie sul nascere. Prevengono i disturbi cardiaci e circolatori e quelli che possono colpire gli occhi. Uno studio del 2012 ha, poi, suggerito che mangiare almeno una porzione di mirtilli a settimana rallenta il declino cognitivo di diversi anni. Una possibile spiegazione del perché è venuta da uno studio del 2013 sui topi: le bacche proteggerebbero il cervello eliminando le proteine tossiche che vi si accumulano.

UNA CURIOSITA’. I mirtilli si possono usare anche come dentifricio perché contengono le “proantocianidine“, dei polifenoli complessi che prevengono la placca che si forma sui denti.

I frutti di bosco, per la grande quantità di nutrienti protettivi e bioregolatori presenti al loro interno, sono considerati davvero dei concentrati di salute. Ricchi di acqua, fibre, sali minerali e notevoli quantità di vitamine, soprattutto C e A e di acido folico, hanno un apporto minimo di calorie: dalle 28 cal/100 gr del ribes, fragoline e lamponi, alle 40 cal/100 gr di more e mirtilli.

frutti di bosco

I colori dal rosso al viola sono conferiti dagli antociani, antiossidanti utili contro le degenerazioni cellulari legate ai radicali liberi e all’invecchiamento. Ma anche per migliorare la circolazione dei capillari.

Nel mirtillo nero queste sostanze sono così concentrate che, spesso, è introdotto negli integratori.

Ciao da Tommaso!

Renditi Consapevole… Entra Nella Nostra Lista!

Vieni a visitarci sulla nostra pagina Facebook e Metti il tuo MiPiace!

Condividi il nostro articolo sui tuoi social >>

0 commento

Lascia un Commento

Ti potrebbero interessare anche...

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accept Read More

RENDITI CONSAPEVOLE.ENTRA NELLA NOSTRA LISTA...

RENDITI CONSAPEVOLE.
ENTRA NELLA NOSTRA LISTA...

ISCRIVITI per ricevere nella tua email i nostri articoli, i nostri contenuti speciali e tutte le novità del mondo di CiRifletto.

Grazie per esserti iscritto!