continuità

Arte Come Elemento Di Continuità Tra Vecchio e Nuovo

di Manuela Ambrosini

L’arte è da sempre uno delle modalità più intense per garantire un elemento di continuità tra il vecchio e il nuovo

Era il 1803 quando Benjamin Constant coniò l’espressione che tutti ricordiamo ‘l’arte per l’arte’, offrendo una definizione di ciò che è artistico ‘come ciò che è completamente libero da qualsiasi preoccupazione di altro genere’.

Nel 1814 il poeta John Keats aggiunse che ‘l’eccellenza di ogni arte è la sua intensità’ mentre Goethe sottolinea che nell’arte ‘il meglio è abbastanza buono’ (In der Kunst ist das Beste gut genug).

Sono gli anni in cui si inizia a fare indagine introspettiva. L’umanità si accorge di possedere una Coscienza con la scoperta di Saturno nel 1789 – visto nel 1610 per la prima volta con il telescopio da Galileo Galilei.

arte continuità galileo galilei

Appariva solo come una massa informe cui non venne immediatamente dato un nome. Saturno viene considerato a livello simbolico, dallo psicanalista C.G. Jung, il contenitore della coscienza, quella barriera che protegge la nostra identità dall’essere, invasa di contenuti che disgregherebbero l’unità dell’Io. 

È interessante notare che, quando ci apprestiamo a ‘divenire’, quando siamo in un momento di trasformazione, questo contenitore della Coscienza, cioè di tutto quello che sappiamo su noi stessi e sugli altri, subisce una modifica.

Così si avvia un processo che, apparentemente è distruttivo, toglie certezze, ci lascia navigare nel vuoto. Ma, guardando un po’ oltre, ci si può accorgere che nulla di nuovo può nascere se non tramonta il vecchio.

Quindi, è normale essere spaventati dal nuovo, così come è normale aver paura di lasciare il noto per l’ignoto e, a seconda del posto che occupiamo, nell’arco di vita che va dalla nascita alla morte, quell’ignoto può avere effetti molto diversi su di noi.

Altra cosa: è normale farsi delle fantasie terrificanti su quello che sta arrivando e ancora non è manifesto. Davanti alle scoperte, così come davanti ai grandi mutamenti dell’umanità ognuno risponde in modo diverso.

continuità boccioni

E da sempre, l’arte è uno dei modi in cui si mantiene in modo più intenso la continuità tra ciò che è stato e ciò che sarà. Tra ciò che è nella Coscienza e ciò che vuole entrarci.

La buona notizia è che, quando questo processo giunge al termine, si può constatare che il tumulto di passioni, l’orrore, i timori e i conflitti, generati durante la trasformazione, hanno prodotto qualcosa che è molto più consono a noi, come siamo adesso, rispetto a noi di prima: questo produce gioia.

Il cervello, però, non funziona sempre sulla base del principio ‘essere per essere‘, come vorrebbe la risonanza con la nostra citazione sull’arte per l’arte. Infatti, non siamo ancora in grado, a livello collettivo, di rimanere serenamente in attesa di quello che si sta preparando per noi, trascorrendo un tempo felice.

L’umanità, in genere, si esprime nello stile ‘mi lamento‘ oppure ‘critico‘ o infine ‘faccio terrorismo‘ perché questa modalità di affrontare i cambiamenti è con noi dalla notte dei tempi. E tutto ciò che è antico ha valore. Ma, qualcosa sta cambiando.

Questi stili di comunicazione/comportamento ce li stiamo togliendo di dosso. Abbiamo bisogno di imparare a camminare senza pesi o zavorre. Ad esprimerci senza distorcere i concetti con le emozioni non riconosciute che si celano dietro le lamentele e le critiche. Il malcostume di incutere terrore per dominare, questo può essere fatto solo se concediamo una tregua alla ragione. E ci rilassiamo aggiungendo l’uso di intuizione e sentimento al percorso della vita.

Certo, dopo secoli trascorsi a fare della razionalità e della scientificità un baluardo, ripensare il mondo sulla base di qualcosa a cui abbiamo sottratto fiducia tanto tempo fa, non è mica facile. D’altronde quando si osservò che anche gli animali, gli scimpanzè, sono in grado di disegnare, destò stupore il fatto che l’arte potesse essere praticata anche dalle scimmie.

Nel 1913 Nadezda Ladygina-Kots si diede la pena di iniziare una ricerca su uno scimpanzè. Lo osservò tracciare linee su un pezzo di carta. E si sorprese di constatare che, anche se la scimmia non fu in grado di produrre forme nelle sue linee, si evidenziava che, da un certo punto delle esercitazioni in poi, anche la scimmia era in grado di controllare il tracciato delle linee.

Nadezda Ladygina-Kots

Rupert Shaldrake lanciò la legge della centesima scimmia. Secondo questa, quando una certa massa critica di una specie animale apprende un nuovo stile di comportamento, tutto il resto della specie si rivela informato. Anche senza ricevere uno specifico insegnamento. Allora fu chiaro che c’è qualcosa che unisce gli esseri in un modo che non si riesce ancora a spiegare razionalmente. Ma che accade nell’esperienza osservata ed è quindi inconfutabile.

Adesso, non è giunta forse l’ora di accettare l’inimmaginabile? Possiamo aprire le porte ad una verità più ampia senza sentire che stiamo denigrando il passato? E’ possibile diventare consapevoli delle mosse che fa il cervello senza anticipare per questo nefaste conseguenze su tutta la specie umana? Possiamo essere per essere?

Così, in questo mare di incertezze, anche noi abbiamo bisogno di apprendere che …

  • siamo in grado di mantenere in vita la vita per la vita,
  • è facile vivere se lo si fa con gioia,
  • rallentare a volte è meglio di accelerare,
  • avere il coraggio di cooperare è meglio che competere,
  • possiamo smettere di affannarci per sopravvivere e vivere con stile e con grazia attraverso il riconoscimento di ciò che c’è indipendentemente da come vorremmo che fosse e godercelo finchè c’è nel bene e nel male,

… consci che lo sviluppo della realtà attiene alle forme pensiero che siamo pronti a generare, portando nella materia quello che è nato nello spirito.

Grazie ad una mente che vuole provare gioia per il puro piacere di provarla.

LEGGI ANCHE…
Mettersi A Servizio, Una Vita Da Mediano

Saluti da Manuela!

Renditi Consapevole… Entra Nella Nostra Lista!

Vieni a visitarci sulla nostra pagina Facebook e Metti il tuo MiPiace!

Condividi il nostro articolo sui tuoi social >>

0 commento

Lascia un Commento

Ti potrebbero interessare anche...

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accept Read More

RENDITI CONSAPEVOLE.ENTRA NELLA NOSTRA LISTA...

RENDITI CONSAPEVOLE.
ENTRA NELLA NOSTRA LISTA...

ISCRIVITI per ricevere nella tua email i nostri articoli, i nostri contenuti speciali e tutte le novità del mondo di CiRifletto.

Grazie per esserti iscritto!