Alda Merini

Alda Merini, 25 Perle Di Una Donna e Scrittrice Formidabile

di Tommaso Baldi

Alda Merini, raffinata e delicata scrittrice, qui raccontata in 25 suoi pensieri sulla vita, sulle relazioni, sulla famiglia, sui figli, sulla gente e sui poeti.

Alda Merini nasce a Milano il 21 marzo 1931 e muore sempre a Milano il primo novembre 2009.

Ci ha lasciati fumando le sue “amatissime sigarette“. Ma, soprattutto, lasciando pagine scritte, poesie, aforismi, frasi incisive, perlopiù sepolte in cassetti di amici, ai quali amava regalarle, ma moltissime pubblicate e delle quali possiamo bearci.

Personalmente mi hanno colpito le seguenti, per la profonda connessione con i tempi della pandemia, del distanziamento e del non contatto.

La nostra epoca è una gigantesca bolla di solitudini.

Alda Merini

Ci si abbraccia per ritrovarsi interi.

Alda Merini

Il dolore non è altro che la sorpresa di non conoscerci.

Alda Merini

Sono frasi simboliche per la visione proiettata in un futuro lontano e per la lungimiranza di questa grande donna.

Una piccola “ape furibonda“, come amava definirsi. Alda Merini ha scritto, in maniera superlativa della vita, quella vera, quella dolorosa, quella che lascia il segno.

Ecco qua 15 degli aforismi più belli e significativi di Alda Merini. Ma ce ne sarebbero a migliaia da leggere e da imparare, frasi attuali e incisive che segnano nel profondo chi le coglie. E danno un senso alla vita.

1.

Mi sveglio sempre in forma e mi deformo attraverso gli altri.

2.

Non mettetemi accanto a chi si lamenta senza mai alzare lo sguardo, a chi non sa dire grazie, a chi non sa accorgersi più di un tramonto. Chiudo gli occhi, mi scosto di un passo. Sono altro. Sono altrove.

3.

La miglior vendetta? La felicità. Non c’è niente che faccia più impazzire la gente che vederti felice.

4.

Ero matta in mezzo ai matti. I matti erano matti nel profondo, alcuni molto intelligenti. Sono nate lì le mie più belle amicizie. I matti son simpatici, non come i dementi, che sono tutti fuori, nel mondo. I dementi li ho incontrati dopo, quando sono uscita!

Alda Merini

5.

Mi piace la gente che sa ascoltare il vento sulla propria pelle, sentire gli odori delle cose, catturarne l’anima. Quelli che hanno la carne a contatto con la carne del mondo. Perché lì c’è verità, lì c’è dolcezza, lì c’è sensibilità, lì c’è ancora amore.

6.

Ci sono adolescenze che si innescano a novanta anni.

7.

Quelle come me sono quelle che, nell’autunno della tua vita, rimpiangerai per tutto ciò che avrebbero potuto darti e che tu non hai voluto.

8.

Quando la bugia sembra vera nasce la calunnia.

9.

Le persone capitano per caso nella nostra vita, ma non a caso. Spesso ci riempiono la vita di insegnamenti. A volte ci fanno volare in alto, altre ci schiantano a terra insegnandoci il dolore… donandoci tutto, portandosi via il tutto, lasciandoci niente…

LEGGI ANCHE…
Margherita Hack: 15 Frasi Memorabili Per Ricordarla

10.

Io la vita l’ho goduta perché mi piace anche l’inferno della vita e la vita è spesso un inferno. Per me la vita è stata bella perché l’ho pagata cara.

11.

C’è un posto nel mondo dove il cuore batte forte, dove rimani senza fiato per quanta emozione provi; dove il tempo si ferma e non hai più l’età. Quel posto è tra le tue braccia in cui non invecchia il cuore, mentre la mente non smette mai di sognare.

Alda Merini

12.

La cosa più superba è la notte quando cadono gli ultimi spaventi e l’anima si getta all’avventura.

13.

Chi muore in silenzio si vendica delle curiosità altrui.

14.

Non si può descrivere una cosa che non si è mai amata.

15.

Io ero un uccello dal bianco ventre gentile, qualcuno mi ha tagliato la gola per riderci sopra, non so. Io ero un albatro grande e volteggiavo sui mari. Qualcuno ha fermato il mio viaggio, senza nessuna carità di suono. Ma anche distesa per terra io canto ora per te le mie canzoni d’amore.

16.

Chi decide cosa è normale? La normalità è un’invenzione di chi è privo di fantasia.

17.

Illumino spesso gli altri ma io rimango sempre al buio.

Alda Merini

18.

Più mi lasciano sola più splendo.

19.

La sensibilità non è donna. La sensibilità è umana. Quando la trovi in un uomo è poesia.

20.

A te che mi chiedi come si fa a scrivere, io dico: avendo dentro un dolore tremendo.

21.

Mi piace la gente che sceglie con cura le parole da non dire.

22.

La superficialità mi inquieta ma il profondo mi uccide.

23.

Beati coloro che si baceranno sempre al di là delle labbra, varcando il confine del piacere, per cibarsi dei sogni.

Alda Merini

24.

Da queste profonde ferite usciranno farfalle libere.

25.

Dovrei chiedere scusa a me stessa per aver creduto di non essere abbastanza.

Spero che li leggerete con attenzione.

Ciao da Tommaso!

Renditi Consapevole… Entra Nella Nostra Lista!

Vieni a visitarci sulla nostra pagina Facebook e Metti il tuo MiPiace!

Condividi il nostro articolo sui tuoi social >>

0 commento

Lascia un Commento

Ti potrebbero interessare anche...

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accept Read More

RENDITI CONSAPEVOLE.
ENTRA NELLA NOSTRA LISTA...

ISCRIVITI per ricevere nella tua email i nostri articoli, i nostri contenuti speciali e tutte le novità del mondo di CiRifletto.

Grazie per esserti iscritto!