adolescenti a rischio

Adolescenti: A Rischio I Migliori Anni Della Loro Vita

di Tommaso Baldi

L’isolamento sociale colpisce un’intera fascia d’età, mettendo gli adolescenti a rischio e procurando loro notevoli danni.

Come negare che questo lungo periodo buio, fatto di distanziamento fisico ed emotivo, di una progressiva perdita di socializzazione e di un conseguente dominio dell’ambiente virtuale, danneggi considerevolmente i nostri ragazzi?

Questo periodo, vissuto con la sgradita compagnia del virus, non ha fatto solo morti, e non ha solo messo in ginocchio l’economia di un paese, ha anche tagliato le gambe all’energia dei più giovani. I quali, senza alcuna possibilità, si sono trovati isolati in casa, privati dei normali contatti amicali e delle attività di svago, dalle distrazioni sportive alle serate insieme.

adolescenti a rischio

Da qualche parte ho letto… “Ci hanno rubato gli anni migliori della nostra vita“. Così parlava un dodicenne assai maturo per la sua età. Però il rappresentante perfetto di una categoria indegnamente abbandonata a se stessa. E che oggi sembra contare un sacco di feriti psicologici.

Da parte di molti esperti di Psichiatria e Neuropsichiatria, infatti, è partito l’allarme relativo ai danni che stanno subendo i nostri ragazzi. Infatti sono in aumento i tentati suicidi e gli atti di autolesionismo fra i giovani e i giovanissimi. Per esempio, nel 2020 i ricoveri all’ospedale Bambino Gesù di Roma, per problemi psichiatrici, hanno superato quota 300. Un numero spropositato, se confrontato al 12 del 2011. Ma non si parla solo di Roma, si parla di aumento di bisogno d’aiuto ovunque.

Per me questo è un assordante grido d’aiuto.

adolescenti a rischio

La paura del contagio li tiene lontani dai pronto soccorso e molti casi preoccupanti (comportamenti suicidari, ingestione di farmaci, traumi procurati) sono gestiti dalle famiglie, senza competenza e assistenza. Perciò ci sarebbe bisogno di soluzioni al passo coi tempi, per intervenire prontamente, come programmi di prevenzione attraverso una telepsichiatria più semplice e alla portata di tutti.

LEGGI ANCHE…
10 Ragioni Che Rendono Una Donna Un Ottimo Leader

Principalmente si riscontrano 4 gravi problematiche in aumento che derivano tutte dall’incidenza delle conseguenze sulla salute mentale degli adolescenti a rischio.

1 – Problemi di tipo biologico e ambientale

La riduzione dei contatti sociali agisce a livello del sistema immunitario, incrementando gli stati infiammatori. Ma non solo. Alcuni studi recenti hanno anche dimostrato che, perfino, la risposta al vaccino può risultare meno efficace quando si sia sofferto in maniera così profonda l’isolamento.

2 – Aumento delle dipendenze

Nel periodo di lockdown, invece di diminuire, le dipendenze sono aumentate. Tutte le dipendenze. Ma la crescita maggiore e più preoccupante, più del 50%, si riferisce all’uso problematico di internet, ossia quando il web interferisce pesantemente nel nostro quotidiano.

adolescenti a rischio

In particolare, è drammatico, direi, l’incremento relativo al gioco d’azzardo online, con il raddoppio dei casi. In particolare tra i maschi, indipendentemente dal reddito. Anzi, pare che il fenomeno coinvolga più i giovani disoccupati e le famiglie a basso reddito.

3 – Disturbi della condotta alimentare

Questi fenomeni erano già presenti, ma questo periodo di isolamento sociale ha accentuato la loro tendenza. In particolare ci sono stati episodi di esordio precoce di patologie come bulimia e anoressia. Inoltre è stato significativo l’incremento del binge-eating cioè le abbuffate da cibo, diffuse prevalentemente fra le ragazze.

4 – Comportamenti autolesivi

Sono aumentati, in questa fascia d’età, i fenomeni di autolesionismo come il cutting. Cioè quando qualcuno arriva a farsi del male fisicamente praticando dei tagli sul proprio corpo. Ma si sono manifestate pesantemente anche la tricotillomania e la dermatillomania, quando cioè il soggetto si fa male intenzionalmente, strappandosi peli o capelli. O si procura lesioni cutanee tormentandosi nei o brufoli e passando lunghe ore in bagno.

tricotillomania

La parola d’ordine, d’ora in avanti, è ristabilire i rapporti sociali. Va bene farlo piano piano, con la giusta pressione. E, come si dice, ‘in sicurezza‘. Ma, soprattutto, per i nostri adolescenti a rischio è la cosa fondamentale di cui riappropriarsi.

Bene ha fatto chi, nel lockdown, ha riscoperto la passione della cucina. Oppure ha tirato fuori dagli scaffali i giochi in scatola, i giochi da tavolo, diventati simbolo di socialità in tempi di clausura e occasione di condivisione in famiglia.

Meglio, poi, se, a tutto questo, abbiniamo una drastica riduzione della pressione mediatica covidcentrica. Infatti, nei mesi scorsi i tg e le altre trasmissioni mainstream hanno fatto del Covid-19 il tema unico dell’intrattenimento. E, negli individui di qualunque età, dopo aver ascoltato le notizia in tv, si rimane impotenti. E l’impotenza genera soltanto frustrazione e paura.

Ricorderai l’adolescenza come il periodo dalle emozioni più intense e dalle esperienze più vere. Un adolescente si butta con ogni cellula del suo corpo in quel che fa, se non altro perché è la prima volta.

Stephen Littleword

Ciao da Tommaso!

Renditi Consapevole… Entra Nella Nostra Lista!

Vieni a visitarci sulla nostra pagina Facebook e Metti il tuo MiPiace!

Condividi il nostro articolo sui tuoi social >>

0 commento

Lascia un Commento

Ti potrebbero interessare anche...

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accept Read More

RENDITI CONSAPEVOLE.
ENTRA NELLA NOSTRA LISTA...

ISCRIVITI per ricevere nella tua email i nostri articoli, i nostri contenuti speciali e tutte le novità del mondo di CiRifletto.

Grazie per esserti iscritto!