Le 15 Sindromi Mentali Più Bizzarre


Le 15 Sindromi Mentali Più Bizzarre

Quali sono le sindromi mentali più strane esistenti al mondo?

 

La sindrome è definita come l’insieme dei segni e dei sintomi che compongono una situazione clinica particolare in un individuo; è anche usato come sinonimo di malattia le cui caratteristiche sono poco chiare. Alcune malattie psichiatriche esistenti sono davvero bizzarre ma, fortunatamente, sono anche abbastanza rare.

 

Ciò che, però, accomuna tutte queste sindromi psichiche è il fatto di rendere i malati completamente sconnessi dalla realtà: i deliri sono, cioè, totalmente distaccati da ciò che è la realtà.

Ma vediamo quali sono:

 

1 – La sindrome di Cotard

 

E’ nota anche come “sindrome dei cadaveri che camminano” e si tratta di una patologia che porta il malato a credere di essere morto, di non avere più gli organi interni e il sangue e di non esistere più. Chi è affetto da questa sindrome nega la propria esistenza e ciò conduce queste persone a ritirarsi dalla vita sociale e a non prendersi più cura di se stesse.

 

2 – L’inserzione del pensiero

 

E’ una sindrome che fa credere al malato di avere pensieri non propri nella testa, ma che questi appartengano a un’altra persona conosciuta. Questo delirio è spesso associato alla schizofrenia, che ha una sintomatologia specifica.

 

3 – La sindrome di Alice Nel Paese Delle Meraviglie

 

Detta anche micropsia, altera la percezione del tempo e dello spazio: chi è affetto da questa patologia, infatti, vede gli oggetti molto più piccoli o molto più grandi di quanto siano in realtà e non riesce a comprendere lo scorrere del tempo. Questa sindrome – che prese questo nome in seguito alla pubblicazione del racconto di Lewis Carroll – non è per forza associata a malattie mentali, ma possono verificarsi episodi simili causati da emicrania o anche prima di addormentarsi.

 

4 – La licantropia

 

Anche la licantropia è un’altra delle malattie psichiche che possono verificarsi: si tratta, infatti, della convinzione da parte del malato di essere in procinto di trasformarsi in un animale – che sia un lupo, un gatto, un cavallo o altro – per fortuna, condizione rara.

 

5 – La paramnesia reduplicativa

 

Questa è una patologia derivante da traumi cerebrali. Chi soffre di questa sindrome crede che il luogo in cui si trova sia stato spostato o duplicato in un altro posto. A soffrirne sono, spesso, i soldati che hanno riportato lesioni cerebrali.

 

6 – La folie a deux

 

Nota anche come “disturbo psicotico condiviso”, è diagnosticata quando due o più persone condividono gli stessi deliri.

 

7 – Il delirio di Capgras

 

Consiste nel credere che le persone care siano state sostituite da sosia: i malati, infatti, credono fermamente che i familiari siano, in realtà, impostori identici ai loro cari. Si tratta di una sindrome spesso legata alla schizofrenia, ma derivante anche da traumi cerebrali.

 

 

8 – La sindrome dei doppioni

 

Consiste nel credere di essere un doppione di se stessi: i malati di questa sindrome, infatti, credono che esista un doppione identico a loro, ma con diverse personalità e vite. Chi soffre di questa sindrome può diventare pericoloso e attaccare fisicamente qualcuno: solitamente, si tratta di una patologia associata al disturbo bipolare e alla schizofrenia.

 

9 – La sindrome di Otello

 

Chi soffre della sindrome di Otello è fermamente convinto di essere vittima di un tradimento da parte del proprio partner: tra i sintomi, sono presenti pensieri ossessivi e mania di controllo circa gli spostamenti e tutto ciò che riguarda il partner. In alcuni casi, si può arrivare anche alla violenza.

 

10 – La sindrome di Ekbom

 

Si tratta di una grave forma di ipocondria, che porta la persona a credere di essere attaccata da parassiti.

 

11 – La sindrome di Stendhal

 

La sindrome di Stendhal è probabilmente una delle problematiche mentali più famose, di cui tutti avremo probabilmente sentito parlare a scuola. È, in pratica, l’apprezzare troppo la bellezza. Succede in genere ai turisti che vanno a visitare un museo ma a volte anche delle aree naturali o intere città d’arte. Hai presente quella sensazione di “bellooooo!” che hai quando arrivi in un posto in cui desideravi andare da tutta la vita? Ecco, una cosa del genere ma amplificata. Battito cardiaco accelerato, respirazione pure, fino ad arrivare ad avere allucinazioni e addirittura svenimenti.

 

cervello-colorato-ingranaggi-1030x812

 

12 – La tricotillomania, l’impulso a strapparsi via i capelli

 

È l’impulso irrefrenabile di strapparsi i peli in generale, quindi a partire dai capelli, ai peli delle ascelle, della barba, del naso e così via. È una sensazione che è più forte di chi ne è affetto, che infatti è completamente depilato perché si farebbe del male altrimenti. Ma la cosa più brutta è che questo impulso non è rivolto solo alla propria persona, ma anche agli altri.

 

13 – La boantropia

 

La malattia mentale di chi crede di essere un bovino. In pratica sono documentati casi di persone che credono di essere bovini, mucche o tori a seconda dei casi. Semplicemente parlano, fanno la loro vita ma si identificano con questi animali. Non si sa da che cosa dipenda precisamente, forse da uno stato di ipnosi o forse da uno stato di sogno che continua anche una volta svegli. Non capendo i medici quale sia il problema, non esiste, ad oggi, nemmeno una possibilità di cura a questa situazione, che a volte regredisce spontaneamente.

 

14 – La doromania, l’ossessione di fare i regali

 

Chi ne soffre è, infatti, spinto a regalare di tutto alle altre persone, che spesso non vedono questa malattia come tale ma come una grandissima generosità da parte di chi ne soffre. Il problema è che regalare di tutto significa proprio regalare di tutto: venti centesimi, chewing-gum masticate, forchette, penne, ma anche cacche di gatto trovate per terra. Insomma, bisogna sperare in bene, se qualcuno che conosciamo ne soffre.

 

15 – La sindrome della mano aliena

Questo disturbo si esplica in una situazione paradossale, in cui una delle mani si anima di vita propria e si mette a funzionare da sola. Sembra che l’origine della mano aliena sia in un’area del cervello chiamata SSMA, dove sarebbero immagazzinati tutti i movimenti possibili: una sorta di archivio, in cui il cervello ha depositate, belle e pronte, le sequenze dei movimenti che poi decidiamo di volta in volta di fare. Ad esempio, vi infilate gli occhiali con la mano destra e la mano sinistra ve li toglie, di sua iniziativa, non per vostra scelta. Riprovate, e il fenomeno si ripete. Non è magia, ma un problema neurologico. Il caso più sorprendente e drammatico, riferito dagli specialisti, è stato quello di una donna che stava per essere soffocata dalla sua mano sinistra che l’aveva serrata per la gola. E gli sforzi per liberarsi con la destra sono stati notevoli.

 

Vedete che brutti scherzi puà essere in grado di giocarci la nostra mente? Cercate quindi di non stressarla troppo e di concederle le sue meritate pause.

 

Ciao da Tommaso!

Metti il tuo Mi Piace!

 

 

Salva

Salva

Salva

Lascia un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi