I 5 Ingredienti Di Un Matrimonio Felice


I 5 Ingredienti Di Un Matrimonio Felice

Un matrimonio felice non è altro che un delicato equilibrio di 5 componenti fondamentali.

 

Il matrimonio felice è un cocktail.

Un qualsiasi cocktail con lo stesso numero di ingredienti. E come in ogni cocktail ben fatto, non si può fare a meno di nessuno di essi.

 

E quali sono questi ingredienti? Sono 5 e sono i seguenti:

 

  1. Passione
  2. Dialogo
  3. Tenerezza
  4. Maturità
  5. Amore

 

In primis, concentriamoci nel capire cosa sono i primi tre.

Cosa s’intende per passione, dialogo e tenerezza? Essi rappresentano i nostri tre universi esistenziali, gli universi che abbiamo dentro di noi. L’universo fisico, l’universo mentale, l’universo affettivo. Il corpo, la mente e il cuore.

 

Questa suddivisione è sempre esistita nell’essere umano, e sempre esisterà. Ha un’origine biologica. Perciò è assolutamente necessario fare leva su questi tre universi esperienziali perchè un matrimonio sia felice.

 

Occorre cioè che vi sia passione fisica, dialogo intellettuale e legame affettivo. Facile? Per niente. Perchè è difficile trovare una persona con la quale comunicare nei tre universi. E allora si vedono spesso matrimoni apparentemente felici dove, però, lui va a fare sesso con un’altra o lei va ai concerti con l’amico gay, che la capisce meglio.

 

Possono anche essere matrimoni abbastanza felici, perchè, comunque, le reciproche esigenze comunicative nei tre universi sono soddisfatte. Ma non del tutto felici, perchè esse sono soddisfatte fuori del matrimonio, e non al suo interno. Il loro soddisfacimento costituisce, sempre e comunque, un diritto naturale di ognuno di noi. Mentre il non soddisfacimento delle esigenze fisiche, mentali ed affettive produce sicuramente l’infelicità.

 

E non c’è niente di più deprimente, in un matrimonio, che vivere con una persona perennemente infelice. Ti alzi al mattino e ti trovi davanti ad uno zombie apatico. “Cos’hai caro? Non ti senti bene?” “No grazie, sto benissimo” risponde il subdolo mentitore. “Cosa c’è cara? Non hai dormito bene stanotte?” “No. Ho dormito benissimo. E tu?” risponde l’insonne bugiarda. Insomma, una tragedia.

 

matrimonio-felice

 

Ma tornando all’inizio, la comunicazione nei tre universi, già difficile di per sè, non è sufficiente a fare un matrimonio felice. E’ necessario il quarto ingrediente, la maturità. Ovviamente maturità psicologica. Quella capacità che rende alcuni idonei all’essere genitori. Non soltanto perchè si presume che, prima o poi, diventeremo genitori davvero (magari non tutti, ma in molti casi si), ma perchè dobbiamo dimostrarci capaci di essere genitori, non solo per i nostri figli ma anche per l’altro, o l’altra, della coppia.

 

Ma cosa vuol dire ‘essere capaci di essere genitori’?

Vuol dire essere in grado di capire, di accettare, di perdonare, di confortare, di aiutare. Cioè, in pratica, essere capaci di amare.

Che, poi, è l’ultimo ingrediente del nostro cocktail matrimoniale. L’amore. L’ingrediente finale e fondamentale. Essere capaci di amare significa essere capaci di dare e non pretendere. Soltanto se si entra nel matrimonio per dare e non per prendere, per amare e non per essere amati, si può condurre un matrimonio felice, che può durare tutta la vita.

 

Nei prossimi giorni affronteremo gli ingredienti per un matrimonio felice, uno per volta, in maniera più approfondita.

 

Ciao da Tommaso!

Metti il tuo Mi Piace!

 

 

Salva

Lascia un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi