Cellulari e sorrisi


Cellulari e sorrisi

Il cellulare può essere una fabbrica di sorrisi. Quelli veri.

Non possiamo negare che negli ultimi vent’anni la nostra vita è stata stravolta da un, prima ingombrante, poi sempre più piccolo oggetto che sia chiama cellulare. Poi gli affezionati 2.0 lo definiscono smartphone.

 

È innegabile che questo piccolo oggetto, figlio di una mente visionaria come quella di Steve Jobs (almeno nella versione smartphone), ha portato nella nostra vita tutta una serie di vantaggi. Dobbiamo altresì concordare sul fatto che ha anche modificato sensibilmente le nostre abitudini e spesso non in positivo.

 

Allora, analizziamo la cosa con calma.

 

inmano

 

Con lo smartphone,

  • possiamo telefonare o mandare messaggi ad una persona vicina o lontana favorendo la comunicazione;
  • navigare sulla rete per cercare informazioni o approfondire conoscenze;
  • scaricare applicazioni (le ormai straconosciute app) che servono per svariati tipi di attività/interessi;

 

Per cui il cellulare è diventato un computer in miniatura, di cui siamo gelosissimi, nelle nostre mani, con le stesse funzionalità ma più maneggevole e sempre disponibile.
Però adesso, senza dilungarsi sui vantaggi e senza voler analizzare i difetti (che tra l’altro sono numerosi, vedi distrazione, poca attenzione, dipendenza e uso sbagliato dei social), voglio puntare l’attenzione su un aspetto che adoro nell’uso del cellulare.
Ed ha a che fare con il sorriso. Cosa può essere?

 

Niente di più semplice.
I sorrisi davanti al cellulare, vedendo un’immagine o un video oppure leggendo una frase, sono certamente tra quelli più veri. Non sei costretto a sorridere, non devi recitare.
Nascono così, all’improvviso. Senza pensare. Sono reazioni autentiche a svariate sollecitazioni.
Mi sembra un bellissima cosa.

Young_girl_using_smartphone_at_evening_1

 

Questi tweet, per esempio:

 

L’amore è una questione di chimica. Di chimicapisce. (@sonopazzaio)

 

Vendo scalette per quelli che non ci arrivano. (@Pupitto)

 

Stavo cercando di raccogliere quella sottilissima striscia di spazzatura che rimane tra la paletta e la scopa e adesso sono in Australia. (@BarbyeTurica)

 

Credo che le donne discendano dai millepiedi altrimenti tutte quelle scarpe che hanno non si spiega. (@MaxMangione)

 

Caro Gesù, sono quasi sicuro che tutte le mie preghiere vadano a finire nella cartella “spam”… Potresti dare un’occhiata? Grazie. (@ilfoolonthehill)

 

sicuramente vi hanno fatto sorridere. E sorridere così senza filtri è molto bello. Ed è una cosa di cui abbiamo sempre più bisogno.

 

Quindi infine, lo smartphone è, e sarà sempre di più, un oggetto utile e comodo, ma va usato con parsimonia e intelligenza.

 

L’abuso è consentito solo quando diventa una fabbrica di sorrisi!

 

Ciao a tutti da Tommaso!!

 

 

Lascia un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi