7 Consigli Per Affrontare Senza Stress Il Rientro A Scuola


7 Consigli Per Affrontare Senza Stress Il Rientro A Scuola

Il rientro a scuola, dopo le vacanze, è sempre un po’ traumatico per bambini e genitori. Alcuni consigli utili per affrontarlo al meglio.

 

Il rientro a scuola può mettere a dura prova sia genitori che bambini!

 

La ripresa della routine scolastica, dopo un lungo periodo di vacanza e svago, non è sempre facile. Ma è possibile non farsi scoraggiare da orari più rigidi e nuovi impegni, con qualche piccola strategia da mettere in atto già 1-2 settimane prima della ripresa delle lezioni. Per non affaticare troppo i bambini… e i genitori!

 

1 – RIPRISTINARE LA DISCIPLINA NEGLI ORARI

 

Diciamoci la verita! Una delle prove più odiate dai bambini, finite la vacanze estive, è alzarsi presto per andare a scuola!

Se con le vacanze gli orari sono diventati più flessibili, cerchiamo di rimettere a posto le lancette! Ripristinare un corretto ciclo “sonno-veglia”, è importantissimo. Quindi, già nei giorni precedenti la ripresa scolastica, mettere a letto i bambini mezz’ ora prima, svegliandoli, allo stesso modo, mezz’ ora prima. A letto più presto e magari anche portare indietro le lancette dell’orologio in modo progressivo, per abituarlo poco alla volta al risveglio.

Anche gli orari dei pasti dovrebbero regolarizzarsi, allineandosi il più possibile a quelli che abitualmente tenete nel periodo scolastico. Anche la routine alimentare ha la sua importanza. Se in vacanza il bambino ha “pasticciato” un po’, sia nel cibo che negli orari, cerca di riportarlo alla normalità. Fagli fare una sana colazione e una piccola merenda di metà mattina, indispensabili per un buon rendimento scolastico e per vincere la stanchezza.

 

2 – COINVOLGERE I BAMBINI NEI PREPARATIVI AL RIENTRO

 

Fatevi aiutare dai bambini nei preparativi per il rientro a scuola. Se il piccolo deve iniziare la scuola dell’infanzia sarà una festa andare a scegliere insieme il suo primo grembiulino: si sentirà grande e non vedrà l’ora di sfoggiarlo! I più grandicelli invece vorranno scegliere l’astuccio o il diario.

Seguite i vostri criteri di spesa ma accontentateli su qualche articolo: i bambini si sentiranno molto gratificati e sfoggiare un oggetto con il loro personaggio preferito li farà sentire parte del gruppo. Non dimentichiamoci che è un aspetto importante per loro! Fate gli acquisti poco alla volta per creare un’aspettativa positiva.

 

3 – PIU’ POSITIVI SARANNO I GENITORI, PIU’ POSITIVI SARANNO I BAMBINI

 

Cercate di instaurare un’atmosfera positiva in famiglia. Se i bambini ascolteranno le vostre lamentele per la fine delle vacanze e l’inizio del lavoro, non potranno che fare altrettanto per la scuola. Se siete in un periodo di cambiamenti, come il primo anno di scuola dell’infanzia o primaria, non trasmettete ai bambini i vostri timori o preoccupazioni. Potrebbero avvertire l’inizio della scuola con ansia e insicurezza. Cercate di creare, invece, un’aspettativa tutta improntata sulla positività: avere nuovi amici e nuove maestre può essere stimolante.

Adottare un atteggiamento che infonda entusiasmo in questo periodo. Perchè Settembre può essere il mese giusto per scegliere qualche nuovo sport da frequentare. Ricominciano le feste per bambini e i ritrovi con i compagni (se non è così sarebbe bene organizzarle!). Insomma, la spensieratezza delle vacanze è finita ma nuove bellissime esperienze vi aspettano!

 

4 – DEDICARE TEMPO EXTRA AI VOSTRI BAMBINI

 

Le vacanze sono ormai agli sgoccioli per i bambini e il rientro a scuola imminente. Perciò non sarebbe male pensare di regalare ai tuoi figli, unpo’ di tempo extra, da passare insieme: una gita fuori porta o una domenica tutta dedicata a loro. Magari visitando un museo della scienza o qualche luogo che possa reintrodurlo nel mondo delle materie scolastiche. Non vissuto come compito da fare, ma come esperienza divertente da vivere con babbo e mamma. Darà loro la carica per affrontare i primi impegni in classe!
Anche ritrovare i compagni prima dell’inizio della scuola può essere utile per farli riabituare alla routine: organizza una merenda con i suoi compagni preferiti o un’uscita al parco giochi tutti insieme.

 

5 – RIDURRE LA TENSIONE DEL GIORNO PRIMA

 

Per ridurre lo stress e le piccole ansie, che arriveranno, è giusto organizzarsi la sera prima, preparando, insieme al bambino, lo zaino e gli abiti. Per il primo giorno è importante anche svegliarsi prima per non rischiare di fare tutto frettolosamente e quindi arrivare a scuola con l’emozione del ‘primo giorno’ e l’ansia di non “essere pronti”, in modo da poter vivere nel modo adeguato il rito dei saluti.

 

6 – INCORAGGIARE I BAMBINI VERSO L’AUTONOMIA

 

E’ sempre bene incoraggiare i vostri bimbi verso l’autonomia, sia nel vestirsi che nel nutrirsi. Se fatto con attenzione e, progressivamente, durante la loro crescita, potrebbe migliorare notevolmente la loro autostima. A volte, soprattutto per i più grandicelli, e se è possibile, il primo giorno lasciate scegliere a loro se vogliono essere accompagnati, se questo è di loro gradimento, perché potrebbero aver voglia di dimostrarsi autonomi di fronte ai compagni. Magari seguiteli, senza farvene accorgere, mi raccomando, perchè poi è peggio!

 

7 – SOTTOLINEARE CONTINUAMENTE LA VOSTRA PRESENZA IN CASO DI BISOGNO

 

Sia che i tuoi bambini debbano affrontare un cambiamento, sia che ritrovino compagni e maestre che già conoscono, almeno i primi giorni di scuola cerca di stare loro vicino. E senza sembrare un invasato, cerca di ripetere loro, che ci siete sempre e comunque, nell’eventualità che loro abbiano bisogno. Accompagnali personalmente a scuola (fai in modo tale che il tuo lavoro possa permettertelo!!), cerca di andare a prenderli, più volte possibile, nella prima settimana, regalando loro un pomeriggio extra da passare insieme. Durante il primo periodo di inizio scuola, cercate di cenare tutti insieme, spegnendo la tv e parlando della giornata trascorsa. Una buona abitudine da mantenere per tutto l’anno!

 

rientro_scuola

 

Insomma, questo back to school, piomba su di noi che, forse, non abbiamo ancora smaltito la sindrome da fine delle vacanze! In effetti, devo confessarvi che, a volte, il rientro a scuola è più stressante per noi genitori che per i bambini. Il che, da una parte, può significare che i genitori si preoccupano giustamente delle esperienze dei loro figli. E questo non guasta mai!

Vedremo di formulare anche un vademecum per diminuire lo stress e le preoccupazioni di babbo e mamma! Magari….

 

Ciao da Tommaso!

 

 

Lascia un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi