4 Modi Per Trovare La Complicità Con I Propri Figli


4 Modi Per Trovare La Complicità Con I Propri Figli

Tutti genitori desiderano instaurare un rapporto di complicità con i propri figli. Ecco alcuni consigli per farlo.

Qualunque genitore, madre o padre, vorrebbe avere un rapporto stretto e sincero con i propri figli, vorrebbe entrare in connessione con loro e con il loro mondo. Una sana connessione tra genitori e figli è alla base di una buona e solida educazione, basata su valori quali l’onestà, l’amore e il rispetto reciproco. Il più delle volte diventa anche il motivo per cui i figli ubbidiscono e accettano le regole, non come automi, ma perchè sentono forte una sorta di collaborazione col genitore e, di conseguenza, sono più propensi a fidarsi.

 

Tuttavia, man mano che i figli crescono, può diventare complicato stabilire tale connessione. L’ambiente, lo sviluppo della propria personalità e la ricerca dei propri interessi possono mettere in crisi le relazioni poco solide. Molti genitori trovano difficoltà nel trovare questa complicità. Perciò qui a seguire, elenchiamo alcuni consigli che possono aiutarvi in tal senso:

 

  1. Parlate con i vostri figli ma, soprattutto ascoltateli. La comunicazione è un semplice e potentissimo modo per entrare in connessione con i vostri figli. Quindi parlate con loro più tempo possibile. E, siccome la comunicazione è una strada a doppio senso, quando avete parlato, ascoltate, forse con ancora più attenzione. Perchè la più frequente ragione del fatto che i figli non ascoltano è che i genitori non ascoltano loro in primis. Dovete provare un interesse genuino e sincero per ciò che hanno da dire, dovete lasciare loro sufficiente libertà per esprimersi e, soprattutto, dovete ricordarvi quello che vi dicono (fondamentale!!). Se vi rendete conto di aver trascurato queste azioni, ricominciate da qui. Siate l’esempio. Non reclamate ciò che non date.
  2. Mostrate interesse per i loro interessi. Quando parlare non funziona, o non basta, per non mettere troppe pressioni addosso ai figli, il modo migliore per entrare in sintonia è quello di provare a fare qualcosa assieme. E da cosa si parte? Da qualcosa per cui vostro figlio prova un particolare interesse. Quindi si comincia col chiedere e poi col dimostrarsi interessato, in maniera autentica, a ciò che a lui piace. Magari anche lasciando a lui il timone, lasciandovi guidare e provando ad imparare qualcosa di nuovo. Datevi l’opportunità di appassionarvi assieme a qualcosa, anche se a voi quella cosa non entusiasma. Fa parte dell’essere genitore.
  3. Condividete le vostre passioni con i vostri figli. Non sempre tocca solo a vostro figlio aprirsi per entrare in connessione con voi. Altre volte sta a voi genitori essere disposti a mostrare apertamente chi siete e quali siano i vostri interessi e le vostre passioni. Cercate di condividere il vostro tempo e il vostro spazio personale per rendere partecipe vostra figlia, o vostro figlio, nei vostri hobbies. Può essere il calcio, Star Wars, il cucito o i fumetti. Basta che crei una genuina sintonia tra voi. Inoltre, quando lui reclamerà i suoi spazi (perchè prima o poi lo farà), non aspettatevi che lui lasci entrare voi o che ve ne parli, se voi non avete lasciato entrare lui, a suo tempo. Non rimproverategli di essere andato a cercare fuori, ciò che non trovava dentro.
  4. Non usate mai il senso di colpa come un’arma. Far sentire colpevoli i vostri figli perchè non vogliono passare del tempo con voi, è una strategia da codardi per controllarli e dominarli. Attraverso il senso di colpa, si riesce ad ottenere solo una connessione fittizia dato che vostro figlio fingerà di accontentarvi. Oltretutto, comunicherete loro che il senso di colpa è un mezzo valido per ottenere qualcosa. E volete davvero che imparino una cosa del genere? Giocare con il senso di colpa non vi permetterà di conoscere i vostri figli, vi mostrerà solo la faccia che volete vedere e che loro vi vorranno mostrare.

 

mother-child-talking-rex

 

Forse applicando con dedizione e sforzo questi consigli, potremo tutti migliorare il rapporto coi nostri figli. Perchè loro, di sicuro, se lo meritano.

 

Ciao da Tommaso!

Metti il tuo Mi Piace!

 

 

Lascia un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi