Le 9 Abilità Di Un Genitore Efficace

di Tommaso Baldi

Il genitore efficace enfatizza le interazioni familiari calde e positive e guida i figli ricompensando i loro atteggiamenti migliori.

Oggi è il primo di giugno. E’ la giornata mondiale dei genitori.

Fare i genitori è il mestiere più difficile del mondo. Quante volte avete sentito questa frase? E’ un’affermazione giusta e sacrosanta. Ma il fatto che sia effettivamente così, non deve esimerci dall’essere i genitori migliori che potremmo essere.

genitore efficace

Per farlo dobbiamo imparare diverse cose. Dobbiamo diventare bravi, per esempio, nell’avere una relazione con i figli basata sul rispetto reciproco. Infatti, se tratti i tuoi figli con rispetto, quando parliamo di ascoltarli, di valorizzarli, di comunicare con loro, di spingerli a mettersi in discussione, di stimolarli e di pensare da soli, anche loro, seguendo il tuo esempio positivo, ti rispetteranno a loro volta.

LEGGI ANCHE… L’Efficacia Di Una Comunicazione Espressa Al Positivo

Se mostriamo ai nostri figli come costruire, e rafforzare, in maniera efficace, determinati atteggiamenti, frutto di abilità, imparate e acquisite, anche loro, col tempo, le assimileranno e le faranno proprie.

Le abilità fondamentali di un genitore efficace sono 9.

  1. Capire o immaginare il punto di vista dei figli, specialmente durante i loro momenti difficili. E’ importante immedesimarsi in loro, proprio quando affrontano le sempre crescenti pressioni, per comprendere alcuni loro atteggiamenti.
  2. Rispondere con interesse e sensibilità alle loro indicazioni. Cioè essere sempre pronti all’ascolto. I figli, il più delle volte, sono barricati dietro a porte chiuse. Raramente le aprono, ma, quando succede, dobbiamo farci trovare pronti, con la nostra presenza, a sentire e non giudicare.
  3. Riconoscere che la genitorialità può essere stressante e che i passi falsi sono una parte naturale dell’educazione dei figli. Sbagliare fa certamente parte del percorso. L’importante è imparare e correggersi.
  4. Riconoscere, celebrare e valorizzare, nei vostri figli, i punti di forza, le capacità e le abilità di apprendere e svilupparsi.
  5. Fornire linee guida di comportamento (regole) e limiti coerenti, ragionevoli e adatti all’età dei figli.
  6. Lavorare per trovare un equilibrio nel soddisfare i bisogni dei genitori e i bisogni dei bambini. Lo sbilanciamento verso una delle due parti può, decisamente, arrecare disagi. Perciò l’impegno nella ricerca di questo equilibrio porterà stabilità e serenità a tutta la famiglia.
  7. Godersi appieno i momenti di connessione con i figli. Questi istanti sono preziosissimi e, perciò, la vostra totale presenza, in termini di interesse ed attenzione, deve essere totale. Loro se ne accorgeranno e saranno più propensi a rivivere tali momenti anche in futuro.
  8. Regolare i propri sentimenti e comportamenti prima di rispondere ai figli. Mai connettersi con i vostri figli quando siete arrabbiati, delusi. Potrebbe portare a scelte sbagliate,o peggio, a comportamenti sbagliati. Prima riflettere, far passare l’onda di piena, e poi, dedicare tutta la vostra attenzioni ai bisogni e alle domande dei figli.
  9. Chiedere aiuto, supporto, o ulteriori informazioni, sulla genitorialità quando necessario.

Ciao da Tommaso e…. forza genitori!

Vieni a visitarci sulla nostra pagina Facebook e Metti il tuo MiPiace!

1 commento

Ti potrebbero interessare anche...

1 commento

Michelle 4 Giugno 2019 - 17:21

👍👍👍

Risposta

Lascia un Commento

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accept Read More

Send this to a friend