Gli oggetti umanizzati di Alexandra Dillon

di Tommaso Baldi

Utensili vari, soprattutto pennelli, trovati nei mercatini o regalati da altri artisti, sui quali Alexandra Dillon realizza ritratti di persone immaginarie.

La californiana Alexandra Dillon lo definisce “realismo psicologico“. E’ decisamente la sua maniera, personale e suggestiva, per umanizzare gli oggetti e dare loro una seconda vita.

Il lavoro su ogni supporto è del tutto spontaneo. A partire dall’oggetto stesso inizia un dialogo silenzioso tra l’artista e l’utensile che permette all’anima dell’oggetto stesso di definire il suo volto. Per questo motivo, i suoi personaggi spaziano da una misteriosa signora su una mannaia ad un ragazzo ombroso su un pennello.

“I miei personaggi vengono a me – dice l’artista stessa – come quelli di un romanziere, si impongono alla mia attenzione durante il processo creativo. Mentre lavoro su ogni faccia emerge una personalità e cerco di immaginare che tipo di vita conduca. Quando ho trovato quell’emozione e quella personalità, so di avere concluso. E quando il pezzo è finito, mi suggerisce anche il suo nome.”

Dillon

Questa idea artistica originale è nata da un evento increscioso. Un incendio distrusse lo studio di un artista amico, e così la Dillon fu invitata, insieme ad altri colleghi, a creare qualcosa dai resti bruciati. “Ho preso i pennelli e non appena ho finito il primo ritratto ho capito di aver creato qualcosa di speciale”.

Di solito Alexandra Dillon utilizza pennelli, ma, a volte, sceglie di lavorare su mannaie, asce, lucchetti e altri oggetti di metallo. In questo secondo caso, quello che cerca è il contrasto tra la morbidezza e delicatezza di un volto e la durezza e freddezza dell’oggetto e del materiale.

Se volete approfondire, potete farlo sul suo sito, oppure sul suo profilo Instagram.

Ciao da Tommaso!

Vieni a visitarci sulla nostra pagina Facebook e Metti il tuo MiPiace!

[gkit id=18]

3 commenti

Ti potrebbero interessare anche...

3 commenti

Chiara 4 Giugno 2019 - 17:30

Stupenda! Mai conosciuta. Credo possa essere un’artista da conoscere: ha la precedenza per i miei gusti in fatto di espressione artistica 👍🏻una mia miniera d’oro. Ciò che fa è ciò che penso sia una forma di arte gioco di altissimo contenuto. Bello proprio bello.

Risposta
Michelle 4 Giugno 2019 - 17:23

👍👍👍

Risposta
Eva 4 Giugno 2019 - 16:54

Meravigliosa.

Risposta

Lascia un Commento

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accept Read More

Send this to a friend