15 Curiosità Su Mary Poppins


15 Curiosità Su Mary Poppins

Alcune cose che (forse) non conoscete ancora, sulla tata più amata del mondo.

 

A più di 50 anni dalla sua prima cinematografica Mary Poppins è ancora uno dei film più amati di sempre. Infatti sembra di prossima uscita il sequel. Speriamo bene perchè l’originale è veramente insuperabile. Comunque… esistono, riguardo al film, alcuni retroscena che non tutti conoscono.

 

1 – Ci sono voluti più di 20 anni per convincere l’autrice a vendere i diritti del libro.

 

Tutto è iniziato nei primi anni del 1940, quando Walt Disney disse a sua figlia Diane che avrebbe trasformato in un film, il suo libro preferito.  Probabilmente pensava che ogni autore sarebbe stato entusiasta di vedere il proprio nome affiancato dalla potenza Disney, ma rapidamente scoprì che P.L. Travers non era solo un’autrice. Era anche una donna testarda e molto decisa. Per più di 20 anni, la Travers rifiutò di trattare con la Disney. Fu soltanto nel 1961, che dette il suo benestare, soprattutto per un bisogno monetario. Su questa vicenda nel 2013 è stato girato anche un film, Saving Mr. Banks.

 

2 – Julie Andrews e Dick Van Dyke non erano le uniche opzioni per i ruoli principali.

 

Angela Lansbury e Bette Davis erano state considerate per il ruolo di Mary. Questo anche perché, inizialmente, Mary Poppins avrebbe dovuto essere molto più dark, praticamente una cattiva. E Bette Davis sembrava particolarmente indicata. Mentre Cary Grant era il preferito di Walt, per il ruolo di Bert.

 

3 – La canzone “Un poco di zucchero” è ispirata al vaccino contro la poliomelite.

 

Per aiutare la Andrews ad entrare nella parte, Walt Disney chiese ai fratelli Sherman di scrivere una canzone speciale per lei. Il duo scrisse “The Eyes of Love” che la Andrews odiò dal primo ascolto. La riscrittura si rivelò una lotta per Robert Sherman, fino a quando non tornò a casa a vedere i suoi figli. Avevano ricevuto il loro vaccino antipoliomelite quel giorno, e gli dissero che non aveva fatto male; la medicina era infatti semplicemente appoggiata su una zolletta di zucchero, da mangiare come una caramella. Et Voilà…. ecco una delle canzoni più canticchiate del pianeta!

 

 

4 – Julie Andrews registrò con la sua voce il canto dell’uccellino in “Un poco di zucchero”

Il pettirosso che entra in scena quando Mary canta Un poco di zucchero ( A Spoonful of Sugar) e inizia a sua volta a fischiettare, è un animatrone, ed è doppiato dalla stessa Andrews. Infatti, fu la stessa attrice a registrare il fischiettio del pettirosso che la accompagnava nella canzone. Per permettere all’uccello di spostarsi e annuire durante la scena, tra l’altro, la Andrews ha dovuto indossare un anello collegato ad esso. Metri di cavo partivano da questo anello, correvano lungo il suo braccio e arriva agli  ingegneri che potevano controllare i movimenti dell’uccello.

 

5 – La Disney è stata denunciata per “Supercalifragilistichespiralidoso”

 

Anche se i fratelli Sherman affermarono di aver inventato loro questa parola, una canzone del 1949 chiamata “Supercalafajaistickespeealadojus” sembrerebbe dire il contrario. Gli autori del brano, Barney Young e Gloria Parker, hanno citato la Disney per 12 milioni di dollari. Persero la causa perché gli avvocati non furono in grado di presentare prove sufficienti. Infatti, i fratelli Sherman affermarono che loro parola inventata era una variazione su una parola simile, che avevano sentito al campo estivo nel 1930: “super-cadja-flawjalistic-espealedojus”.

 

 

6 – David Tomlinson fece un doppio lavoro

 

David Tomlinson, l’attore che ha interpretato Mr. Banks, ha anche prestato la voce per il pappagallo parlante all’estremità dell’ombrello di Mary Poppins. Tomlinson ha anche fatto un paio di voci per le scene di “Com’è Bello Passeggiar con Mary”, tra cui un fantino e un pappagallo.

 

7 – Gli alberi di ciliegio su Cherry Tree Lane erano reali, ma non lo erano i fiori

 

Per creare l’effetto dei rami carichi di fiori, tantissimi artisti lavorarono a mano migliaia di ramoscelli e fiori di carta.

 

8 – Walt Disney, con Mary Poppins, ritornò a vedere una prima di un suo film

 

Prima di quella proiezione (1964), l’ultima presenza fisica di Walt Disney a una prima di un suo film era datata 1937, quando si recò ad assistere il debutto dello storico Biancaneve e i sette nani. Difatti, Disney considerava Mary Poppins come il massimo successo della sua – straordinaria – carriera. Topolino non sembra comunque esserci rimasto male.

 

9 – La scelta di Julie Andrews fu casuale

 

Robert Sherman fu il primissimo a considerare la splendida Julie Andrews per il ruolo, dopo averla vista, per caso, cantare una canzone di Camelot al The Ed Sullivan Show. E Mary Poppins segnò, difatti, l’inizio della carriera cinematografica della Andrews. Un esordio particolarmente fortunato, visto che fu coronato da un Oscar come Miglior Attrice protagonista! Niente male, come debutto. E pensare che, Julie Andrews accettò di fare il film, solo dopo essere stata scartata per la parte di Eliza Doolittle nel film basato su My Fair Lady. Sembrava tutto fatto, ma in extremis il presidente della Warner Bros, Jack Warner decise che era un’attrice troppo sconosciuta per il ruolo, e optò per assegnare la parte ad Audrey Hepburn. Alla cerimonia per l’assegnazione dei 22esimi Golden Globe, però, Julie Andrews si prese una bella rivincita, sconfiggendo proprio la Hepburn per l’assegnazione del premio Migliore Attrice in un musical o commedia, e durante il discorso fece anche una frecciata piuttosto esplicita a Warner, ringraziandolo “per aver reso possibile tutto questo”.

 

10 – I bambini protagonisti del film non sapevano dei trucchi cinematografici.

 

I bambini erano veramente convinti che Mary fosse magica! Il regista prese questa brillante decisione durante la scena in cui Mary Poppins inizia a tirare fuori dalla sua borsa tantissimi oggetti di grandi dimensioni. E non disse allora niente su ciò che stava per accadere; le espressioni sorprese e schioccate sui loro volti, in quella e in molte altre scene, sono dunque totalmente autentiche!

 

11 – Dick Van Dyke tuttofare

 

Dick Van Dyke nel film non veste solo i panni di Bert; fece infatti di tutto (fino a spingersi a effettuare una donazione a un progetto Disney incentrato sui giovani) per interpretare anche il vecchissimo banchiere, Mr. Dawes. Infatti, nei titoli di coda, il credit del ruolo è finito a un certo “Navckid Keyd”… che è un’anagramma di Dick Van Dyke!

 

12 – Walt Disney adorava la canzone della vecchina sulle scale della chiesa

 

La Cattedrale (in original Feed the Birds), secondo Richard Sherman, divenne la canzone preferita in assoluto da Walt Disney. A Sherman venne spesso richiesto di suonarla per lui con il pianoforte. L’attrice Jane Darwell, che interpreta la “Vecchietta dei piccioni” fu personalmente scelta da Walt Disney. Aveva vinto un Oscar come miglior attrice protagonista in Furore (1941). Si era ritirata ma Disney stesso andò a trovarl a casa sua chiedendole di far parte del film.

 

mary-poppins-3

 

13 – Mary Poppins fu l’unico film personalmente prodotto da Walt Disney

 

E fu anche l’unico film Disney ad essere nominato nella categoria Miglior Film agli Oscar. Nei soli Stati Uniti il film, costò 6 milioni di dollari, ne incassò oltre 31, un record per gli anni 60. Equivalenti, se consideriamo l’inflazione, a circa 268 milioni odierni. Veramente un film da record!

 

14 – Una colonna sonora da Oscar

 

La colonna sonora del film Mary Poppins è stata composta da Richard M. Sherman, Robert B. Sherman e Irwin Kostal e ha raggiunto la prima posizione nella Billboard 200 per 14 settimane. Ha vinto un Oscar, un Golden Globe e un Grammy Award, nel 1965. “Supercalifragilistichespiralidoso” e le altre canzoni in originale cantate da Julie Andrews, in italiano furono cantate da Tina Centi, cantante, attrice e doppiatrice italiana, venuta a mancare nel 1991, che ha lavorato in moltissime produzioni Disney.

 

15 – La parodia dei Simpson

 

“I Simpson” hanno dedicato un’intera puntata/parodia al famoso film Disney. I personaggi della pellicola vengono sostituiti dagli abitanti di Springfield e Mary Poppins viene chiamata Shary Bobbins, la quale, alla fine dell’episodio, viene travolta da un aereo mentre stava viaggiando con l’ombrello.

 

 

Ciao da Tommaso!
Metti il tuo Mi Piace!

 

 

Salva

Lascia un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi